Due marescialli dei Carabinieri vengono condannati a risarcire 1.000 euro per avere offeso la reputazione dell'attore perchè nell'informativa di reato da essi redatta quali marescialli dei carabinieri, all'esito di indagini condotte su denunzia/querela presentata da terzi nei confronti dell'attore — era stato indicato che lo stesso aveva già portato a compimento analoghe estorsioni.

Per la Cassazione però non è antigiuridica la condotta di due marescialli dei carabinieri che, in buona fede e nell’adempimento putativo del loro dovere, redigano una informativa di reato contenente la rappresentazione di altre condotte penalmente rilevanti dell’indagato al PM, non ledendone così il suo onore e la sua reputazione ex art. 2043 c.c... Condanna annullata.

Scarica documento/sentenza

Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 24202/18; depositata il 4 ottobre

Newsletter

Vuoi ricevere ogni giorno nella tua casella e-mail l'ultima sentenza della Corte Suprema di Cassazione della disciplina prescelta?

Cliccando su "Iscriviti" accetti di ricevere la newsletter giornaliera del nostro sito. Indicando la disciplina, riceverai unicamente notizie relative alla disciplina selezionata.

Potrai disiscriverti in ogni momento tramite un link presente in ciascuna newsletter che ti invieremo.

Social network

Dove siamo