Nuovo arresto della Cassazione sull'interpretazione del contratto secondo il criterio della buona fede