Sentenza

La cessazione del rapporto di lavoro intramurario svolto alle dipendenze dell'amministrazione penitenziaria, dà luogo ad uno stato di disoccupazione involontaria tale da determinare il diritto all'assegno di disoccupazione.
Cass. civ., sez. lav., sent., 5 gennaio 2024, n. 396 Presidente Berrino – Relatore Buffa Diritto alla NASPI anche dopo la scarcerazione
Un lavoratore che, durante la carcerazione, aveva svolto lavoro intramurario, alle dipendenze dell'amministrazione penitenziaria, reclamava il proprio diritto al percepimento della NASPI, per essersi trovato in stato di disoccupazione involontaria a seguito della scarcerazione per fine pena.
Avv. Antonino Sugamele

Richiedi una Consulenza